QUANTO COSTA VINCERE UN OSCAR

oscar

Si trovano migliaia di articoli, in giro per la rete, su chi sia l’uomo più famoso di hollywood o il più pagato. Bellezza, ricchezza, bravura, notorietà… sono tante le variabili ma la verità è che il più desiderato è alto una trentina di centimetri, pesa meno di 5 chili ed è placcato in oro 24 carati.

Se venduto, il suo prezzo, è di appena 295 dollari eppure, possederlo, può cambiare una vita.

Nicolas Cage nel 1996 vinse l’oscar con un film per il quale era stato pagato 240mila dollari, l’anno successivo gli fu offerto di essere co-protagonista dell’action-trhiller “The Rock” con un cachet di 4milioni di dollari, soldi che si sono quadruplicati due anni dopo per la sua interpretazione in “omicidio in diretta”.

Dietro il macro cosmo degli oscar girano tanti soldi: 75 milioni di dollari vengono pagati ogni anno da kodak per sponsorizzare l’iniziativa, giustificati – perlomeno in parte – dai 40 milioni di telespettatori USA da cui derivano i100 milioni di fatturato per la vendita degli spazi pubblicitari (per 30 secondi di visibilità sono necessari quasi 2 milioni). Per non parlare poi dei look delle star. Il capo più costoso mai indossato sul red carpet è stato quello di Gloria Stuart, meglio conosciuta come “Rose” in Titanic, che nel 1998 esibì una collana, sfarzosa replica del diamante Hope, dal costo di 20 milioni di dollari.

Ma il punto non è questo. Personalmente, resto dell’idea che sia il mercato a fare i prezzi e quindi ci sia poco da sorprendersi o scandalizzarsi. Ritengo invece molto più interessante capire se sia necessaria una produzione enorme per soddisfare i criteri della più famosa tra le giurie cinematografiche del mondo.

Come da consuetudine, quest’anno sono 8 i lavori candidati per la categoria “miglior film” per i quali, il costo medio di produzione, è stato di circa 60 milioni di dollari. La media aritmetica però, in questo caso più che in altri, mostra tutti i propri limiti non fornendoci alcun tipo di feedback sulla varianza.

Mad Max di George Miller ha necessitato di 150 milioni di dollari per essere girato, mentre Room, di Lenny Abrahamson solo di 5.

Questa disparità però dal 1992 sembra non influire più di troppo, fu difatti proprio in quell’anno, quando il film indipendente di Neil Jordan, “La moglie del soldato” portò a casa sei nomination compresa quella per miglior film, che vennero spalancate le porte alle cosiddette pellicole “indie”, tanto poi che nel 1997, “Il paziente inglese”, costato comunque 27 milioni di dollari, si portò a casa ben nove statuette.

Se quest’anno vincerà un Kolossal o un indie non sappiamo dirlo ma è ovvio che, tra Davide e Golia, il nostro tifo sia tutto per Davide.


QUANTO SONO COSTATI I FILM CANDIDATI ALL’OSCAR

Mad Max: Fury Road - 150 milioni di Dollari
150MLN
Revenant - 135 milioni di Dollari
135MLN
Sopravvissuto - 108 milioni di Dollari
108MLN
Il ponte delle spie - 40 milioni di Dollari
40MLN
La grande scommessa - 28 milioni di Dollari
28MLN
Il caso Spotlight - 13 milioni di Dollari
13MLN
Room - 5 milioni di Dollari
5MLN
Brooklyn - ? milioni di Dollari
0%

Share this Post

About the Author
Angelo Astrei

Angelo Astrei

Facebook Twitter

Classe '90 - innamorato di mia moglie, della mia famiglia e della lazio - lavoro nel FFF da quando ho 17 anni tanto che siamo cresciuti insieme contribuendo l'uno alla maturazione dell'altro. Ho tante debolezze ma non so resistere ai bei progetti che sembrano impossibili. Gran manager, musicista, esperto di cinema e atleta... no, non sono niente di tutto questo ma va bene così.