Un MC Menù grande e un piano editoriale per piacere

via_nazionale

via_nazionale“Eravamo quattro amici al McDonald, che volevano cambiare il mondo…”

Basterebbe questa (quasi) citazione per descrivere l’incontro  del 13 aprile alle 13.

Era una riunione ufficiale e vista l’ora in cui era stata fissata mi immaginavo due possibili soluzioni: “o i miei colleghi sono talmente cinici che salteremo il pranzo oppure, visto che ci sarà anche la Presidente, sarà un incontro sulle linee generali del FFF, forse non proprio pratico e magari con un calice di vino davanti.”

Ma non avevo fatto i conti con lo sceneggiatore del FFF che difficilmente scade nella banalità e infatti non è andata in nessuno dei due modi sopra elencati.

In men che non si dica ci siamo ritrovati in fila con una decina di giapponesi in compagnia dei loro inseparabili iPhone e delle camere digitali con cui fotografano ‘la qualunque’, a guardare i tabelloni luminosi cercando di scegliere tra nomi americani, che in comune hanno il prefisso (Mc) e il bacon, quale sarebbe stato il nostro pranzo.

Con un panino – ben fornito di bacon, ovvio – una Coca Cola rigorosamente light e un’insalatona  è iniziata una delle riunioni più produttive del 2015.

Abbiamo visto la prima demo del sito e discusso di come riempirlo di bacon… ehmmm no: di contenuti… E così ci siamo messi a lavorare sul panino editoriale. Dopo un’ora di lavoro sudato il risultato è stato da subito sintetizzabile con una sola parola: fighissimo!

Abbiamo partorito una strategia divisa su due fronti, daremo visione del FFF da due diverse prospettive: approfondendo il tema del DarkSide e raccontando la nostra storia proprio come se fossimo in un film.

“Abbiamo fatto 30… facciamo 31″

Per non farci mancare niente però ci siamo detti: “visto che sono le quattro e ci avanza un’oretta prima del prossimo appuntamento, perché non pensiamo anche al comunicato stampa di lancio di questa edizione?” Ma questo non era possibile senza il nostro mitico Paolo!

Ed eccolo che ce lo troviamo fuori la porta del Mc, ancora un po’ incazzato perché gli avevano rubato da pochi giorni la sua amata 500 d’epoca.  Ma con un gruppo così, si sa, l’incazzatura dura sempre poco…

20120705-quattro-amici-al-bar-a18877465Caffè su Via Nazionale, qualche battuta, tante occhiate ironiche che solo un gruppo affiatato riesce a scambiarsi, e giù con idee e sensazioni… Morale della favola??

Abbiamo buttato giù anche lo schema generale per il comunicato stampa!!

Alle 17 eravamo tutti abbastanza stanchi ma profondamente soddisfatti, da tutta la giornata avevamo tratto due conclusioni fondamentali:

1) Non servono giacca, cravatta e un ristorante di lusso per far funzionare una riunione di lavoro. Quello che serve sono idee, voglia di lavorare e empatia nello staff.

2) Gino Paoli dovrebbe cambiare la sua canzone… suona molto meglio così: Eravamo cinque amici al Mc, che volevano cambiare il mondo…

Share this Post

About the Author
Gianluca Badii

Gianluca Badii

Facebook

Studente di cinema alla Sapienza di Roma e giornalista (se così si può dire) cinematografico; da quest'anno faccio parte dello staff del FFF. Fin da quando mio padre mi fece vedere "C'era una volta in America" a 8 anni, la settima arte è per me una ragione di vita. Da sempre l'uomo dell'ultimo minuto, ma sono convinto che ciò che importa è il contenuto, non la forma.


STORYTELLING